NAVIGATOR
INDEX
CENNI STORICI
FOTO ATTIVITA
FOTO REFERENZE
POST ATTIVITA
HOME PAGE HAMRADIO

II1NOLI - 6/7 giugno 2009
Operatori : I1ZB - I1ASU - I6DHY - IZ5GST
II1NOLI - CRONACA DI UNA ATTIVAZIONE PLURIMA


Cedo cuffia e microfono della stazione sui 40 m a Stefano, IZ5GST, prendo la macchina fotografica e scatto qualche foto; mi allontano un po' in cerca di posizioni migliori per qualche panoramica; osservo le auto, le antenne ed il "colpo d'occhio" è veramente impressionante. Volgo lo sguardo da ponente a levante, da capo Noli alla rada di Vado-Savona, con il promontorio di Torre del Mare e l'isola di Bergeggi in primo piano, sotto la spinta del libeccio il mare è veramente agitato; osservo i 2 dipoli, 40 e 80 metri, assomigliano a vele piene di vento, sarà per questo motivo che i nostri segnali sono forti ovunque? Guardo i "resti" del sostegno in vetroresina del dipolo dei 20 m, rovinosamente spezzato in due e appoggiato su di un ulivo; nella notte, non ha retto la furia del libeccio! Peccato! La sera precedente aveva consentito a Stefano di gestire agevolmente, un buon pile-up di giapponesi! Ora ci "accontentiamo" delle affidabili MFJ, in questo momento in 20 metri opera Nini, I1ZB, in cw; c'è un buon traffico e si diverte. Do' una occhiata a Franco, in 80 metri gestisce i collegamenti con la solita padronanza. Riposo le mie orecchie e le mie corde vocali; c'è un traffico notevole in 40 m, non pensavo si potesse gestire così agevolmente; le scelte fatte a tavolino si sono rivelate appropriate! Ripenso alle serate trascorse in conferenza "skype" con Franco e Stefano a discutere su quali fossero le soluzioni migliori per equipaggiare una postazione multi TX valida; avevamo concordato di portare le nostre migliori apparecchiature; per le antenne nessuna discussione: i dipoli di Franco e la UJX. Purtroppo, quest'ultima, non ne ha voluto sapere di risuonare come fa sempre, evidentemente "soffriva" il terreno sottostante. Credo che, anche l'idea di creare un impianto di terra con tre dispersori cui collegare tutte le "masse", abbia contribuito al buon funzionamento della postazione. Il montaggio delle antenne, a parte la UJX come già detto, e delle postazioni non ha presentato problemi; d'altra parte io conoscevo bene la posizione, avendo già trasmesso alcune volte da lì, anche se con antenne e RTX diversi; ad ogni buon conto, un paio di settimane prima, con Stefano avevamo fatto un sopralluogo per definire tutti i particolari; c'era stata una apertura, poi rientrata, da parte della Amministrazione comunale a farci trasmettere dall'interno del castello (SV093); sarebbe stato unico, almeno scenograficamente! Il venerdì pomeriggio, a montaggi ultimati, prova generale delle apparecchiature; dobbiamo utilizzare i nostri nominativi, quello speciale mi è stato rilasciato solo per i giorni 6 e 7 giugno. Tutto funziona a meraviglia; i collegamenti si susseguono a ritmo sostenuto e, ciò, è di buon auspico per i prossimi due giorni; unica preoccupazione il meteo; il libeccio soffia forte; il cielo è tutto un rincorrersi di nuvoloni neri, gravidi di pioggia; ogni tanto qualche breve scroscio violento ci tiene " chiusi" all'interno delle nostre auto; speriamo migliori l'indomani! Comunque, mettiamo in "carniere" tre attivazioni e, utilizzando le tre bande 20-40 e 80 m, totalizziamo poco più di 550 collegamenti. Per i due giorni abbiamo a disposizione almeno 23 referenze nuove e 9 già attivate; ce ne è anche un'altra, ma dista circa tre chilometri, per cui non è in programma. Sono quasi tre anni che "lavoro" per queste referenze; da quando, durante il Meeting DCI del 2006, in seno al gruppo RBLOB nacque l'idea della manifestazione "I Castelli delle Repubbliche Marinare"; ho avuto la fortuna di incontrare persone veramente disponibili, che mi hanno aiutato, mettendomi a disposizione molto materiale, in modo che potessi superare il vaglio tecnico dello Staff DCI. Il mattino, di buona ora, diamo inizio alle attivazioni con una mai attivata; il ritmo è buono, ma non frenetico; molti dormono ancora. Il vento, come già detto, soffia forte, il dipolo dei 20 m è "giù" ed il cielo è plumbeo; se il buon giorno si vede dal mattino…… Con la seconda referenza, il ritmo diventa frenetico; la stazione dei 40 metri "macina" collegamenti a ritmo impressionante! Ogni tanto qualche "buon tempone" mette la solita portante! Poverino, il notch del mio Mark V, lo taglia inesorabilmente e non disturba neppure i miei corrispondenti; la posizione, l' antenna, il Mark V ed il lineare non gli lasciano "spazio"; quando se ne rende conto smette; ci proverà ancora alcune volte, in giornata; la domenica desiste definitivamente! Ci alterniamo alle postazioni, solo Nini opera in cw, nessuno di noi tre è in grado di manipolare un tasto; peccato che, la domenica, la presenza del "Field day cw"non consentano a Nini, un gran divertimento! Ad un certo punto, tanto per dare un esempio dei segnali, al solito 59 per Luciano I5FLN, questi mi dice: "Piero ma dove sei? Sembra tu sia nel mio giardino! Arrivi 60 dB oltre il 9!!! Con la fatica che si fa normalmente a collegare Luciano in 40 m, è un bel rapporto! Si va avanti di questo passo fino a sera; quando cessiamo le trasmissioni per scendere a cena in Noli, chiamo Salvatore IK1AWV e gli comunico che, molto approssimativamente, abbiamo fatto circa 3500 collegamenti; oltre ogni nostra più rosea previsione! Io ipotizzavo circa 4000 collegamenti complessivi nei due giorni. Si dorme in macchina, accanto alle apparecchiature, non è molto comodo si sa, ma dove lo mettiamo "l'Ham spirit"? Scherzi a parte, non potevamo certo smontare tutto, per poi reinstallarlo l'indomani mattina presto! Anche la domenica tutto procede al meglio, il meteo finalmente mette giudizio; lentamente il libeccio scema e si lavora con più conforto, si possono tenere aperte le porte delle auto o spostare la stazione sul tavolino esterno. Il ritmo dei collegamenti , se possibile, aumenta ancora, almeno in 40 m; mi stupisco della facilità con la quale riusciamo a gestire il pile-up, tenere saldamente in mano le operazioni, senza ricorrere alle chiamate per "numero" o ad altro modo di operare! Ovviamente saltiamo il pasto, non c'è tempo! Ormai l'obiettivo da raggiungere è l'attivazione di tutte le referenze programmate; quindi sempre "sotto"! Intorno alle 17.00 locali, mi rendo conto che siamo alla fine delle operazioni e mi viene una idea: perché non fare una scappata a SV249? Stefano è entusiasta, le MFJ sono già montate sulle auto, che ci vuole? Franco è titubante, lo aspettano circa 600 chilometri!!!!! Si lascia coinvolgere e in una ventina di minuti siamo sul posto; le MFJ ci consentono, comunque, di effettuare oltre 250 collegamenti in poco meno di una ora! Degna chiusura di una due giorni che, difficilmente dimenticheremo!!! Un grazie va a tutti coloro che ci hanno collegato: siete stati fantastici, oltre 1300 nominativi lavorati ! Pensate che qualcuno ci ha collegato ben 77 volte dalle 33 referenze attivate con il nominativo speciale! In 29 ci hanno collegato almeno 40 volte!! Un ringraziamento va anche a RBLOB che, unitamente ad un carissimo amico, ha provveduto per la stampa delle QSL. Infine devo ringraziare Roberto IW8BZ, che con tanta passione e , soprattutto, pazienza ha predisposto la pagina evento sul sito RBLOB. 73 da I1ZB, I1ASU, I6DH e IZ5GST. Noli 6-7 giugno 2009


Visita il sito ufficiale del Diploma Castelli d'Italia